23) Noi (David Nicholls)

noi
“Noi”è un libro scritto da David Nicholls e pubblicato in Italia da Neri Pozza nel novembre 2014.
Da bambini ci hanno letto le fiabe in cui il principe azzurro baciava , salvava la sua bella per voi vivere felici e contenti, magari mentre cavalcavano il lucente cavallo bianco verso l’orizzonte al tramonto.
Tutti sognano l’amore, l’anima gemella, eppure oggi i divorzi sono in forte aumento e la voglia di fare famiglia cresce quanto il Pil italico: 0,..
Esistono ancora le belle storie d’amore o ormaipossiamo solo leggerle nei libri?
Il matrimonio è la tomba dell’Amore o il suo coronamento?
Difficile dare delle risposte senza apparire sdolcinatamente romantici o amaramente cinici.
David Nicholls ama scrivere e descrivere l’amore , probabilmente essendo uno dei pochi che crede ancora a questo nobile e sciagurato sentimento.
Ho conosciuto lo scrittore inglese due anni fa quando mi sono “innamorato” della storia tra Dexter e Emma raccontata nel romanzo “Un giorno”. Un Amore inseguito e desiderato per vent’anni che ha scaldato milioni di cuori nonchè il mio vecchio e stanco.. Un amore coronato e poi tragicamente concluso prima del tempo. Dal libro , come spesso accade ,è nato il film interpretato dal Premio Oscar Anne Hathaway, ma che personalmente non ho ritenuto all’altezza delle belle e commoventi pagine.
Aperta la strada, Nicholls ha scelto di proseguire su questa tema raccontandoci come l’amore evolve e muta in una coppia dopo aver deciso di compiere il fatidico passo .
La voce che accompagna il lettore in questa storia è quella di Douglas Petersen, attempato e distinto biochimico inglese di cinquantadue anni, sposato da venticinque anni con la deliziosa e colta Connie, la quale improvvisamente una notte d’estate gli comunica il suo desiderio di voler divorziare dopo che avranno trascorso l’ultima vacanza con il figlio Albie prima della sua partenza per il college.
Per Douglas la notizia è il più classico del “fulmine a cielo sereno”, essendo lui un uomo preciso, quadrato, schematico e nel complesso noioso, ma soprattutto ancora innamorato della moglie.
Così il nostro protagonista determinato a salvare il proprio matrimonio decide che il Tour per le capitali europee debba essere l’occasione per riaccendere l’antiche passioni in Connie e regalare ad Albie un bel momento con i suoi genitori.
Il libro ha due piani di racconto: presente e passato. Un passato per Douglas denso di bei ricordi di vita trascorsi con Connie: dal loro primo buffo incontro a casa di sua sorella Karen per passare poi ai loro primi appuntamenti , alla consapevolezza di amarsi seppure nelle diversità e differenze caratteriali e familiari e per arrivare alla decisione di sposarsi e di crearsi una famiglia scandita prima dalla tragica e prematura morte della primogenita e poi dalla gioia per la nascita di Albie.
Un presente che invece è avventura, scoperta delle bellezze naturali e artistiche dell’Europa e soprattutto i maldestri tentativi di Douglas di essere la guida perfetta per la sua famiglia.
Il lettore segue con affetto e con il sorriso le vicende,le discussioni e le peripezie della vicenda Petersen, perché in qualcuno mondo non può non identificarsi. I litigi e le incomprensioni tra padre e figlio e il lento e inarrestabile logoramento e conclusione di rapporto di coppia dopo una storia d’amore durata tanto tempo, potrebbero anzi sono anche le nostre storie.
Lo stile di Nicholls è come sempre ironico, malinconico e nello stesso tempo caldo, avvolgente e accogliente. Forse il ritmo della storia non è sempre costante e in alcuni momenti si ha la sensazione che l’autore si sia perso in troppi dettagli magari superflui, ma la lettura rimane comunque godibile e scorrevole.
Il lettore non può non tifare per Douglas e sperare che il suo piano di salvataggio si realizzi e nello stesso tempo comprende come non sempre è possibile il lieto fine.
Un tempo le favole servivano a farci sognare e a credere che il bene trionfi sempre sul male. Oggi purtroppo le favole vengono riscritte in chiave dark perché considerate se no “poco rock”.
L’amore è bello finchè dura e dopo aver letto questo romanzo prenderemo atto che in fondo ci può ovviamente dispiacere per la fine di una storia, ma se lo si è vissuto con intensità nel nostro cuore rimarrà sempre vivo e in fondo come per Douglas non è detto che non ci possa essere magari un altro “Noi”..

Vittorio De Agrò  e Cavinato Editore International presentano “Essere Melvin”

http://www.ibs.it/code/9788899121372/de-agrograve/essere-melvin-tra.html

http://www.cavinatoeditore.com

“We” is a book written by David Nicholls and published in Italy by Blacks Pozza in November 2014.
As children we read fairy tales in which the prince kissed her, saved her beautiful for you to live happily ever after, even as they rode the gleaming white horse to the horizon at sunset.
Everyone dreams love, soul mate, yet today divorces are rising fast and the desire to do what the family grows GDP italics: 0 ..
There are still beautiful love stories or ormaipossiamo only read in books?
Marriage is the tomb of love or his crown?
Difficult to give answers without appearing sdolcinatamente romantic or bitterly cynical.
David Nicholls loves to write and describe love, probably being one of the few who still believe in this noble and unfortunate feeling.
I met the British writer two years ago when I “love” of the history between Dexter and Emma told in the novel “One day”. A Love chased and desired for twenty years that has warmed the hearts of millions as well as my old and tired .. A love crowned and then tragically ended prematurely. From the book, as often happens, was born from the film starring Academy Award winner Anne Hathaway, but personally I did not feel up to the beautiful and moving pages.
Open the road, Nicholls has chosen to continue on this theme by telling us how love evolves and mutates into a pair after deciding to take the fateful step.
The voice that takes the reader in this story is that of Douglas Petersen, elderly and distinguished English biochemist of fifty-two, married for twenty-five years with the delicious and cultured Connie, which suddenly a summer night tells him his desire to divorce after they have spent the last holiday with his son Albie before he left for college.
For Douglas the news is the most classic of the “bolt from the blue”, because he is a man precise, square, schematic and overall boring, but above all, still in love with his wife.
So our hero determined to save their marriage decides that the tour for the European capitals should be an opportunity to rekindle old passions in Connie and give to Albie a good time with his parents.
The book has two floors of the story: past and present. A past Douglas dense memories of life spent with Connie: from their first encounter funny home of his sister Karen then move on to their first appointments, to the awareness of love even in the diversity and differences of character and family and to get to the decision to marry and start a family before punctuated by the tragic and untimely death of the firstborn and then joy for the birth of Albie.
A mind that is instead adventure, discovering the natural and artistic beauty of Europe and especially the clumsy attempts of Douglas to be the perfect guide for his family.
The reader follows with affection and with a smile the events, discussions and the vicissitudes of the story Petersen, why in the world someone can not identify. The quarrels and misunderstandings between father and son and the slow and relentless attrition and conclusion of the couple’s relationship after a romance lasting so long, could indeed are our stories.
The style of Nicholls is as always ironic, melancholy and yet warm, snug and cozy. Perhaps the pace of the story is not always constant and at times one has the feeling that the author has been lost in too much detail maybe unnecessary, but the reading is still enjoyable and smooth.
The reader can not help but cheer for Douglas and hope that his rescue plan is realized at the same time understand how you can not always a happy ending.
Once the tales served to make us dream and believe that good always triumphs over evil. Today, unfortunately, the tales are rewritten in the dark because they are considered key if no “little rock”.
Love is nice while it lasts, and after reading this novel take note that in the end we can obviously regret at the end of a story, but if you lived with intensity in our hearts will always remain alive and basically how to Douglas it is said that there can be maybe another “we” …

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...