9)Come Ammazzare il Capo 2

come ammazzare il capo

Il biglietto d’acquistare per “Come ammazzare il Capo 2” è: 1)Neanche regalato 2)Omaggio 3) Di pomeriggio 4) Ridotto 5) Sempre
“Come ammazzare il Capo 2” è un film del 2014 diretto da Sean Anders, scritto da : John Francis Daley, Jonathan M. Goldstein, con: Jennifer Aniston, Jason Sudeikis, Jason Bateman, Charlie Day, Kevin Spacey, Christoph Waltz,Chris Pine, Jamie Fox.
Il sogno di ogni lavoratore dipendente è poter mandare al diavolo il proprio odioso capo e crearsi una azienda tutta ppropria e diventare capo di se stesso.
L’America è il Paese dove questo sogno è possibile in cui le storie dei self men divenuti milionari sono quasi all’ordine del giorno.
Non dipendere più da nessuno e comandare finalmente è il sogno che accomuna i nostri tre vecchi amici Kurt(Buckman) Nick(Bateman) e Dale(Arbus) tornati sullo scena dopo il precedente film in cui organizzarono in maniera buffa di uccidere i rispettivi capi. In questo sequel dopo essersi licenziati dai loro noiosi lavori aspirano a diventare imprenditori di successo con l’invenzione di Dale “la doccia amico”. Un brevetto che stuzzica l’interesse del magnate della distribuzione Burt Hanson (Waltz) che gli ordina 100 mila pezzi suscitando l’euforia del gruppo che di buona lena mettono in piedi il capannone per portare a termine la consegna. Una consegna rifiutata improvvisamente da Hanson in maniera spregevole perché punta a far fallire l’azienda e impossessarsi di quest’ultima e del brevetto con pochi soldi. I nostri protagonisti avendo pochi giorni per salvare l’azienda dopo aver chiesto consiglio a “Fottimadre”(Fox) decidono di rapire Rex Hanson (Pine)il figlio del capo per ottenere un riscatto. A sorpresa Rex scoperto il goffo piano decide di partecipare al progetto aiutando gli uomini nell’elaborazione del piano in cui tra la teoria e la pratica ovviamente c’è la non professionalità criminale del gruppo dando così vita a gag esilaranti e momenti grotteschi tra action movie e thriller. Il piano “perfetto” rischia di saltare però per l’intervento dell’aggressiva e ninfomane Julia(Aniston) sempre desiderosa di “farsi” Dale nonostante sia ormai marito e padre.
C’era bisogno di questo sequel? si chiede lo spettatore ingenuo e l’altrettante sincera risposta è:probabilmente no, ma il film con i suoi limiti è godibile.
La sceneggiatura conferma limiti narrativi e scarsa originalità nello sviluppo. Gli autori si affidano molto al talento e all’estro del cast e troppo poco si curano del resto. Un canovaccio già visto nel precedente film e sebbene l’idea del self man abbia un suo fascino e forza non viene sviluppata appieno preferendo insistere su una commedia dai toni eccessivamente farseschi e un linguaggio smisuratamente boccaccesco I dialoghi seppure freschi e diretti e basati spesso sull’allusione alla lunga risultano ripetitivi e noiosi.
La regia è nel complesso pulita e lineare, a tratti scolastica e di taglio televisivo, ma ha il merito di gestire al meglio le potenzialità del cast a disposizione.
Il trio composto da Jason Sudeikis Jason Bateman e Charlie Day si rivela affiatato e credibile regalando delle performance nel complesso convincenti e divertenti. Piacciono gli scambi veloci e diretti tra i tre personaggi e come creano empatia con lo spettatore nonostante in alcune scene siano eccessivi e allusivi. I tre personaggi sono stati tagliati in maniera perfetta sulle loro figure e li indossano con stile e classe.
Delusione per il due volte Premio Oscar Waltz è stata una presenza anonima e priva di qualsiasi guizzo, doveva evidentemente pagarsi una rata del mutuo.
Da applausi invece le poche e riuscite scene degli altri due Premi Oscar: Fox e Spacey nei rispettivi ruoli di “FottiMadre” e dell’ex boss psicopatico in galera fanno risplendere il loro talento mostrando una capacità comica importante.
Lodevole e divertente l’interpretazione di Jennifer Aniston come donna fatale.
“Come ammazzare il Capo 2” ti regala qualche sorriso e invita a riflettere che sognare in grande è giusto, ma guai a fare il passo più lungo della gamba perché si rischia di tornare al punto di partenza.

Vittorio De Agrò e Cavinato Editore International presentano “Essere Melvin”

http://www.amazon.it/Essere-Melvin-tra-finzione-realt%C3%A0/dp/8899121370/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1420891521&sr=1-1&keywords=essere+melvin

http://www.cavinatoeditore.com

The ticket purchase for “How to kill Chapter 2” is: 1) Not even gave 2) Tribute 3) In the afternoon 4) Reduced 5) Always
“How to kill Chapter 2” is a 2014 film directed by Sean Anders, written by John Francis Daley, Jonathan M. Goldstein, with: Jennifer Aniston, Jason Sudeikis, Jason Bateman, Charlie Day, Kevin Spacey, Christoph Waltz, Chris Pine, Jamie Fox.
The dream of every employee is able to hell with their obnoxious boss and create a company and become whole ppropria own boss.
America is the country where this dream is possible in which the stories of self men become millionaires are almost commonplace.
Do not depend on anyone and command finally the dream that unites our three old friends Kurt (Buckman) Nick (Bateman) and Dale (Arbus) back on the scene after the previous film in which they organized in a funny way to kill their leaders. In this sequel after being dismissed from their jobs boring aspire to become successful entrepreneurs with the invention of Dale “showering friend”. A patent that whets the interest tycoon distribution Burt Hanson (Waltz) who orders 100 000 pieces arousing the euphoria of the group that a good pace they set up the shed to complete delivery. A suddenly refused delivery by Hanson in a despicable because it aims to derail the company and take possession of the latter and of the patent with little money. Our protagonists having a few days to save the company after asking the board to “Fottimadre” (Fox) decide to kidnap Rex Hanson (Pine) the chief’s son for ransom. Surprisingly Rex discovered the clumsy plan decides to participate in the project by helping the men in the elaboration of the plan in which between the theory and practice of course there is no professional criminal group giving life to hilarious gags and grotesque moments between action movie and thriller. The plan “perfect” is likely to jump but for the intervention of the aggressive and nympho Julia (Aniston) always eager to “get” Dale although it is now a husband and father.
They needed this sequel? asks the viewer as many naive and sincere answer is: probably not, but the film is enjoyable with its limitations.
The script confirms limits narrative and little originality in the development. The authors rely on the very talented cast and oestrus and too little care of the rest. A cloth already seen in the previous films, and although the idea of the self as having its own charm and strength is not fully developed preferring to insist on a comedy tones too farcical and language hugely boccaccesco dialogues albeit fresh and direct, and often based on ‘allusion to the long are repetitive and boring.
The director is overall clean and straightforward, sometimes cutting school and television, but it has the merit to better manage the potential cast available.
The trio consists of Jason Sudeikis Jason Bateman and Charlie Day proves knit and giving credible performance overall convincing and entertaining. Like fast and direct exchanges between the three characters and how they create empathy with the viewer in spite of some scenes are excessive and allusive. The three characters were cut perfectly on their figures and wear them with style and class.
Disappointment for the two-time Oscar winner Waltz was a presence anonymous, and without any flicker, had obviously paid a mortgage payment.
By applause instead of the few successful and scenes of the other two Academy Awards: Fox and Spacey in their respective roles “FottiMadre” and former boss psychopath in jail make their talent shine showing a capacity comic important.
Commendable and entertaining interpretation of Jennifer Aniston as a femme fatale.
“How to kill Chapter 2” gives you a smile and invites us to reflect that it is right to dream big, but woe to do the longer wheelbase of the leg because you are likely to return to the starting point.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...