234. Un Natale Stupefacente

de laurentis 2

Il biglietto d’acquistare per “Un Natale stupefacente” è: 1)Neanche regalato 2)Omaggio 3)Di pomeriggio 4)Ridotto 5)Sempre
“Un Natale Stupefacente” è un film del 2014 diretto da Volfango De Biasi, scritto da Alessandro Bencivenni,Volfango De Biasi, Francesco Marioni, Gabriele Pignotta, prodotto da Aurelio e Luigi De Laurentiis, con:Lillo e Greg, Ambra Angiolini, Paola Minaccioni, Niccolò Calvagna, Paolo Calabresi, Francesco Montanari, Riccardo De Filippis.
Sono una persona schematica, abitudinaria e soprattutto sono un tradizionalista. Il mio Natale non può definirsi tale senza aver visto almeno un cine-panettone Da ormai venticinque anni do fiducia ad Aurelio De Laurentis per garantirmi una serata di divertimento e relax senza dover cercare chissà quali argute e complicate riflessioni e interpretazioni filosofiche ed esistenziali. Mi fanno sorridere molto gli ipocriti e altezzosi giudizi da salotto di chi giudica con severità il cine-panettone. Far ridere è una alta forma Arte oltre che essere complicato, pochi riescono a farlo e l’invidia acceca il giudizio.
De Laurentiis conosce il mestiere e sa come muoversi e soprattutto sa come e quando cambiare registro.
Dopo gli ultimi cine-panettoni non particolarmente brillanti e privi di quella freschezza narrativa che li hanno sempre caratterizzati, quest’anno il produttore napoletano ha cambiato tutto per dare nuovo smalto al prodotto.
“Un Natale Stupefacente” non è un cine-panettone, ma una commedia buona per tutte le stagioni. La tematica natalizia poteva essere sostituita benissimo da un ‘altra festività senza alcun danno per la storia in sé.
E’ una storia semplice, lineare e sviluppata in maniera chiara e senza sovrastrutture. Alla vigilia di Natale i genitori di Matteo(Calvagna) vengono ingiustamente arrestati perché accusati di spacciare droga attraverso il commercio del loro formaggi. Così per salvaguardare la serenità del bambino e garantirgli un felice Natale viene preso in custodia dai due zii Remo(Lillo) e Greg(Oscar). Il primo è un meccanico in crisi coniugale appena lasciato dalla moglie Marisa(Minaccioni) annoiata e alla ricerca di nuovi stimoli con il collega tatuatore Giustino(Calabresi). Oscar invece è un single impenitente e amante di feste e soprattutto un modesto musicista., ma le se convinzioni sulla vita e sulle donne cambieranno radicalmente quando una sera in discoteca incontra l’istrionica e sensale Genny(Angiolini).
I due zii con l’aiuto di Genny devono convincere la strana coppia di assistenti sociali composta dal rigido Belotti(Montanari) e dall’effeminato Randelli (De Filippis) che sono in grado di accudire Matteo e per riuscirci non esitano a mettere in campo i più esilaranti e assurdi piani.
La sceneggiatura è ben scritta, agile, diretta e punta all’essenziale. Gli autori hanno il merito di far sorridere senza cadere mai nella volgarità e nella battuta a doppio senso come spesso negli anni precedenti erano accusati i film di De Laurentiis. L’intreccio narrativo anche se ha poco di originale e in parte prevedibile risulta nel complesso godibile e ha un discreto ritmo. La seconda parte forse è meno incisiva e rallenta in vivacità e brillantezza, ma grazie anche al talentuoso cast non cala l’attenzione dello spettatore.
I dialoghi sono divertenti e ben costruiti e aiutano a costruire un buona empatia con il pubblico,
La regia è solida, senza sbavature, forse con un taglio più da fiction, ma mostra bravura e soprattutto una buona dose di esperienza nel gestire il cast e nel farlo rendere al massimo e di condurre in porto la mission divertimento con una evidenti abilità artistiche.
Il cast è sicuramente il punto di forza del film e va riconosciuta il merito a chi lo ha scelto e soprattutto poi messo in campo in modo opportuno.
Personalmente non amo molto la coppia Lillo e Greg, ma ieri sera mi hanno convinto nei rispettivi ruoli regalando buoni tempi comici e dimostrando ritmo e affiatamento nelle loro scene, rendendo credibili i loro personaggi.
Niccolò Calvagna si conferma “un gigante”. Il “bambino” è nato per recitare, si muove con naturalezza e talento sulla scena. Il futuro è suo.
Qualche settimana fa ho scritto che Paola Cortellesi è, a mio giudizio,la migliore attrice italiana su piazza. Ebbene affianco a Lei sul podio va messa sicuramente Ambra Angiolini. Al suo esordio nel genere cine panettone conferma talento, ironia e capacità artistiche non comuni. Ambra Angiolini è un’Attrice a tutto tondo, capace di passare dal drammatico al comico senza problemi. La sua Genny è mix di timidezza e sensualità che incanta il pubblico. Da teledipendente la speranza che sia più presente in TV, abbiamo bisogno del suo talento.
Merita un posto nell’Olimpo anche Paola Minaccioni:un’ artista completa capace di poter interpretare ogni ruolo ( vedi l’intensa interpretazione in “Allacciate le Cinture”). Il 2014 è stato il suo anno,la buona commedia italiana non può prescindere dal Suo apporto.
Per Paolo Calabresi è una conferma della sua solidità artistica e interpretativa. Attore versatile e trasformista, non sbaglia un tempo comico rendendo davvero divertente il suo Giustino. Davvero da applausi la scena di “grugniti” con Ambra Angiolini.
Meritevole di menzione è anche la coppia Montanari-De Filippis. I duri di Romanzo Criminale sono capaci anche di far sorridere e scusate se è poco.
Il finale anche se forse troppo allungato e un po sotto ritmo nel complesso piace e diverte e spinge il pubblico “stupefatto” dalle risate a cantare con il cast fino alla fine.
Vittorio De Agrò e Cavinato Editore International presentano “Essere Melvin”
www. cavinatoeditore.it

http://www.amazon.it/Essere-Melvin-tra-finzione-realt%C3%A0/dp/8899121370/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1419250207&sr=1-1&keywords=essere+melvin

The ticket purchase for “An amazing Christmas” is: 1) Not even gave 2) Tribute 3) In the afternoon 4) Reduced 5) Always
“An Amazing Christmas” is a film of 2014 directed by Wolfgang De Biasi, written by Alexander Bence, Wolfgang De Biasi, Francesco Marioni, Gabriele Pignotta, produced by Aurelio and Luigi De Laurentiis, with: Lillo and Greg, Ambra Angiolini, Paola Minaccioni Niccolo Calvagna, Paolo Calabresi, Francesco Montanari, Riccardo De Filippis.
I am a schematic, routine and above are a traditionalist. My Christmas can not be defined as such without seeing at least one cine-panettone From now twenty-five years do trust to Aurelio De Laurentis guarantee me for an evening of fun and relaxation without having to look for some kind of witty and complicated reflections and interpretations of philosophical and existential. They make me smile a lot hypocrites and haughty judgments of living of those who judge harshly the cine-panettone. Making people laugh is a high art form as well as being complicated, few can do it and envy blinds the judgment.
De Laurentiis knows the job and knows his way around and above all know how and when to change the registry.
After the last cine-panettone not particularly bright and free of that freshness narrative that have always characterized them, this year the producer Neapolitan changed everything to give a new makeover to the product.
“An Amazing Christmas” is not a cine-cake, but a comedy good for all seasons. The Christmas theme could be replaced by a fine ‘other festivities without any harm to the story itself.
It ‘a simple story, linear and developed clearly and without superstructures. On Christmas Eve, the parents of Matthew (Calvagna) are unjustly arrested for allegedly selling drugs through trade their cheeses. So to protect the serenity of the child and guarantee him a happy Christmas is taken into custody by two uncles Remo (Lillo) and Greg (Oscar). The first is a mechanic in marital crisis just left his wife Marisa (Minaccioni) bored and looking for new ideas with fellow tattoo artist Justin (Calabresi). Oscar instead is a single unrepentant and lover of parties and especially a modest musician. But if beliefs about life and women will change dramatically when one evening disco meets histrionic and matchmaker Genny (Angiolini).
The two uncles with the help of Genny must convince the odd couple of social workers composed of rigid Belotti (Montanari) and dall’effeminato Clubs (De Filippis) who are able to care for Matthew and to do not hesitate to put in place the most hilarious and absurd plans.
The script is well written, agile, direct and concentrate on the essentials. The authors have the merit of making people smile without ever falling into vulgarity and beat two-way as in previous years were often accused the film of De Laurentiis. The storyline even if it has little of the original and partly predictable appears overall enjoyable and has a decent pace. The second part is perhaps less incisive and slows in liveliness and brilliance, but also thanks to the talented cast does not drop the viewer’s attention.
The dialogues are funny and well built, and help build a good empathy with the audience,
The direction is solid, flawless, perhaps with a more fictional, but shows skill and above all a good deal of experience in managing the cast and in doing so make the most of and carry through the mission fun with an obvious artistic skills.
The cast is definitely the strong point of the film and must be recognized the merit to those who chose him and especially then fielded appropriately.
Personally I do not love the pair Lillo and Greg, but last night I was convinced in their respective roles giving good comic timing and demonstrating rhythm and harmony in their scenes, making their characters believable.
Niccolò Calvagna confirms “a giant”. The “baby” was born to play, moves with ease and talent on the scene. The future is his.
A few weeks ago I wrote that Paola Cortellesi is, in my opinion, the best actress of Italian piazza. Well next to you on the podium should definitely put Ambra Angiolini. On his debut in the genre cinema panettone confirmation talent, humor and artistic skills uncommon. Ambra Angiolini is an Actress in the round, able to switch from drama to comedy without problems. Its Genny is mix of shyness and sensuality that captivates the audience. From couch potato hope that it is more present in TV, we need your talent.
Deserves a place on Olympus also Paola Minaccioni: a ‘complete artist capable of being able to play any role (see the intense performance in “Fasten your belts”). 2014 was his year, the good Italian comedy can not be separated from His contribution.
For Paolo Calabresi is a confirmation of its solidity and artistic interpretation. Actor versatile and quick change, does not miss a really fun time comedian making his Giustino. Really applause from the scene of “grunts” with Ambra Angiolini.
Worth mentioning is also the couple Montanari-De Filippis. The hard Crime Novel are also able to bring a smile and if you please.
The final though perhaps a bit too stretched and under overall rhythm like and enjoy and pushes the audience “stunned” by the laughter to sing with the cast until the end.
Vittorio De Agro and Cavinato Publisher International show “Being Melvin”
www. cavinatoeditore.it

http://www.amazon.it/Essere-Melvin-tra-finzione-realt%C3%A0/dp/8899121370/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1419250207&sr=1-1&keywords=essere+melvin

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...