226. Una famiglia..quasi perfetta!

buccirosso

“Una famiglia… quasi perfetta!” è uno spettacolo teatrale in due atti scritto e diretto da Carlo Buccirosso, con: Carlo Buccirosso,Rosalia Porcaro,Gino Monteleone,Davide Marotta, Tilde De Spirito,Peppe Miale,Fiorella Zullo, Giordano Bassetti.
Non avevo mai visto uno spettacolo all’Ambra Jovinelli, storico teatro romano e così quando ho visto in cartellone Carlo Buccirosso, attore che stimo non ho esitato a prendere il biglietto.
Confesso che conoscendo e apprezzando l’ironia pacata e malinconica diversamente napoletana di Buccirosso mi aspettavo una commedia satirica sulla famiglia e invece la sinossi stessa in qualche modo ti porta fuori strada.
Buccirosso firma un opera che in vero è un ibrido tra commedia e dramma, ma che lascia nel complesso un senso di incompiutezza.
Un dramma perché lo spettatore viene accompagnato nel delicato e complesso ginepraio giuridico dell’adozione di minori da una parte e dall’altra sul desiderio di un padre naturale di rivedere il figlio.
Cosa conta di più il diritto o il legame di sangue? Dopo ventidue anni chi può fregiarsi del titolo di vero genitore per un figlio?
Salvatore Troianelo(Bucciroso) è un ex galeotto che ha scontato ventiquattro anni di carcere per aver ucciso la moglie infedele. E’ un uomo ricco, ma sostanzialmente solo e vuole riavere con sé suo figlio Pinuccio(Marotta) dopo averlo abbandonato a sei anni. Così assume il discutibile avvocato Percuoco(Monteleone) per ottenere l’adozione di Pinuccio.
Pinuccio che da ventidue anni è stato adottato da Vittorio(Miale) e Silvana(Porcaro) Terracciano formando una famiglia “normale”.
Il dramma tocca il suo apice quando Salvatore piomba a casa Terracciano e tenta anche con le cattive intenzioni: minacciando con il coltello da macellaio del padre, di voler vedere il figlio.
Il dramma diventa commedia nel secondo atto, di fatto spiazzando il perplesso spettatore, quando Salvatore scopre che suo figlio Pinuccio è affetto da una rara forma di nanismo, costretto a invecchiare in un corpo di bambino.
Salvatore è scosso dalla notizia e inizialmente rifiuta Pinuccio, ritenendolo quasi uno scherzo della natura e accusa la famiglia adottiva di avergli rovinato il figlio, provocando ovviamente la sentita e orgogliosa reazione di mamma Silvana.
Il punto debole dello spettacolo è proprio nel testo che seppure ben scritto si rivela poco lineare e fluido nello svolgimento e nella struttura narrativa. Non è chiaro il filo rosso che l’autore voglia dare allo spettacolo. Non ha un identità precisa, rimanendo a metà strada tra due generi senza avere però risultare brillante come commedia né incisiva come un dramma.
I dialoghi sono ficcanti e divertenti e ben costruiti, ma non bastano a dare smalto allo show.
Carlo Buccirosso si conferma un attore di talento ed esperienza, ma convince meno come autore e regista lasciando nello spettatore interrogativi e perplessità su una storia che presenta un ritmo discontinuo e forse una sensazione di lentezza nel complesso
Rosala Porcaro piace nel ruolo di Silvana,riuscendo a delineare con bravura e talento il ruolo di moglie e madre alternando con efficacia ironia e nevrosi creando empatia con il pubblico.
Non conoscevo Davide Marotta ma si è rivelato “un gigante” sulla scena, mostrando in egual misura doti comiche e drammatiche Il suo Pinuccio è sicuramente il personaggio più riuscito e divertente grazie a una convincente interpretazione che fornisce anima e spessore
Menzione anche per Gino Monteleone che è davvero esilarante nel ruolo dell’avvocato.
Forse non sappiamo quale sia oggi la formula più corretta per una famiglia quasi perfetta, ma sicuramente per essere tale servono tanti ingredienti e l’amore paterno non può mancare nonostante il tempo e la distanza.
Vittorio De Agrò e Cavinato Editore Intenational presentano:Essere Melvin
www. cavinatoeditore.com
http://www.amazon.it/Essere-Melvin-tra-finzione-realt%C3%A0/dp/8899121370/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1418294895&sr=1-1&keywords=essere+melvin

“A family … almost perfect!” Is a play in two acts written and directed by Carlo Buccirosso, with: Carlo Buccirosso, Rosalia Porcaro, Gino Monteleone, Davide Marotta, Tilde De Spirito, Peppe Miale, Fiorella Zullo, Jordan Bassetti.
I had never seen a show Ambra Jovinelli historic Roman theater and so when I saw the bill Carlo Buccirosso, actor whom I respect I did not hesitate to take the ticket.
I confess that knowing and appreciating the irony and melancholy calm otherwise Neapolitan Buccirosso I expected a satirical comedy about family and instead the synopsis itself somehow takes you off the road.
Buccirosso signing a work that is a true hybrid of comedy and drama, but that leaves the whole a sense of incompleteness.
A drama because the viewer is accompanied in the delicate and complex quagmire legal adoption of children from both sides on the desire of a natural father to see her son.
What matters most right or the blood relationship? After twenty-two years, an can claim the title of true parent for a child?
Salvatore Troianelo (Bucciroso) is an ex-con who served twenty-four years in prison for killing his unfaithful wife. It ‘a rich man, but basically just wants to get back with him and his son Pinuccio (Marotta) after abandoning him to six years. So assume the controversial lawyer Percuoco (Monteleone) to obtain the adoption of Pinuccio.
Pinuccio that for twenty-two years was adopted by Vittorio (Miale) and Silvana (Porcaro) Terracciano forming a “normal” family.
The drama reaches its climax when Salvatore swoops home Terracciano and try even with bad intentions: threatening with the butcher knife of his father, he wanted to see his son.
The tragedy becomes comedy in the second act, effectively displacing the viewer puzzled when Salvatore discovers that his son Pinuccio is suffering from a rare form of dwarfism, forced to grow old in the body of a child.
Salvatore is shocked by the news and initially refuses Pinuccio, considering it almost a freak of nature and the adoptive family accuses of having ruined her son, causing obviously felt proud and reaction mother Silvana.
The weak point of the show is right in the text that although well written proves little linear and fluid in the organization and narrative structure. It is not clear the thread that the author wants to give the show. Does not have a precise identity, remaining halfway between two genres without, however, be as bright as incisive as comedy or a drama.
The dialogues are insightful and funny and well made, but not enough to give polish to the show.
Carlo Buccirosso confirms an actor’s talent and experience, but less convincing as a writer and director, leaving the viewer questions and doubts about a story that has a broken rhythm and perhaps a feeling of sluggishness in the complex
Kosala Porcaro like in the role of Silvana, successfully forging with skill and talent the role of wife and mother alternating effectively irony and neurosis creating empathy with the audience.
I did not know David Marotta but it turned out “a giant” on the scene, showing equally dramatic and comedic skills Pinuccio His character is definitely the most successful and fun thanks to a convincing interpretation that provides blood and thickness
Mention also for Gino Monteleone which is really hilarious in the role of the lawyer.
Maybe we do not know what is today the most correct formula for a family almost perfect, but definitely to be such need many ingredients and fatherly love can not fail despite the time and distance.
Vittorio De Agro and Cavinato Publisher Intenational present: Being Melvin
www. cavinatoeditore.com
http://www.amazon.it/Essere-Melvin-tra-finzione-realt%C3%A0/dp/8899121370/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1418294895&sr=1-1&keywords=essere+melvin

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...