122. Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve (Jonas Jonasson)

centenario

“Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve” è un libro del 2009 scritto dallo scrittore svedese Jonas Jonasson e pubblicato in Italia dalla Bompiani.
A volte essere diversamente ignorante è un cosa positiva. La scorsa primavera vidi alcuni trailer di un film svedese che onestamente non mi aveva particolarmente colpito. Gli attori erano sconosciuti e la trama sembrava confusa. Il film è passato nelle sale italiane senza lasciare particolari tracce. Ricordo che lessi che era ispirato al best seller svedese “Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve”. Così quando ho dovuto scegliere il libro del secondo trimestre 2014 per Mondo Libri, ho voluto dare una chance al libro, incuriosito dalle buone recensioni letterarie.
Non conoscevo ovviamente lo scrittore Jonasson, ma fin dalle prime pagine non si può non rilevare una buona dose di creatività e originalità. Ha un linguaggio chiaro, diretto e coinvolgente.
Il protagonista della storia è Allan Karlsson, un neo centenario che decide di scappare dall’ospizio, gettando nel caos la struttura e le forze dell’ordine.
Il nostro protagonista prende un autobus per allontanarsi, ma decide d’impulso di rubare una misteriosa valigia a un ragazzo misterioso.
Ben presto il lettore scopre che all’interno della valigia ci sono molti solidi, quasi 50 milioni, di dubbia origine
Karlsson così si ritrova inseguito da una particolare banda criminale la “Never Again” che vuole riprendersi la valigia. Nel corso delle pagine Allan conosce varie personaggi che diventeranno suoi compagni d’avventura:il ladro professionista Julius, il venditore Ben, l’irascibile Bella con l’elefante Sally, suo animale “domestico” e Bose, il fratello di Ben.
Ma chi è veramente Allan Karlsson? Si chiede sconcertato il lettore. Un uomo semplice e mite,ama bere e forse ingenuo ,ma con grande talento: conosce bene la dinamite e ama far saltare case e ponti.
Questa sua dote gli permetterà di contribuire involontariamente alla scoperta della bomba atomica e così di conoscere nel corso della sua vita :i presidenti americani Truman, Johnson e Nixon, Stalin, Mao Tse-Tung, Churchill , il presidente francese Charles De Gaulle e molti altri
Il libro viaggia tra il passato e presente, di Allan, sempre avventurosi, anche se in un’ atmosfera sospesa tra il grottesco e il surreale, usando però uno stile ironico e semplice che sicuramente diverte e appassiona il lettore.
Allan è un protagonista , suo malgrado, della storia e in qualche modo ha influenzato il mondo.
Karlsson e i suoi amici per una serie di equivoci saranno sospettati di vari omicidi dalla polizia e ricercati per tutto il Paese e gli stessi giornali faranno diventare la fuga del centenario, un vero caso da prima pagina.
Il libro si legge di gusto, anche se alla lunga questi flash back sul passato e i passaggi storici dell’umanità visti attraverso gli occhi di Allan stancano e risultano ripetitivi.
Jonasson è sicuramente uno scrittore interessante e conferma quanto la Svezia sia ricca di talenti letterari anche al di là del genere giallo.
Il finale del libro ci spiega perché Allan ha deciso di scappare dall’ospizio e regala un sorriso su come un uomo anche se in tarda età può risultare interessante anche per il governo.
Il lettore dopo aver finito il libro, probabilmente, non sarà spinto a vedere il film, ma non potrà non augurarsi di vivere una vita piena come il nostro Allan Karlsson.

Vittorio De Agrò presenta la “Notting Hill” italiana con “Essere Melvin”
http://www.lulu.com/spotlight/melvin2

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...