95. La Tredicesima ora

lucarelli
Nella vita di un uomo, a volte, arriva l’ora dove si sente il bisogno di dare una svolta alla propria vita, di dire basta ai soprusi e alle ingiustizie subite, di ribellarsi e di cambiare la società in cui si vive.
Nella storia l’esempio probabilmente più eclatante di coraggio è quello dello schiavo Spartaco nella sua drammatica lotta per libertà contro i Romani.
Il coraggio è un dono raro, distingue l’uomo dall’eroe. Spesso le imprese di un uomo coraggioso sono storie “normali”del quotidiano eppure degne d’essere raccontate, magari da un brillante scrittore.
Così ha deciso di fare Carlo Lucarelli al suo ritorno in TV su Rai Tre con il suo nuovo programma “La Tredicesima ora”.
Dopo gli anni di”Blu Notte” dove lo scrittore bolognese ha raccontato i più grandi misteri d’Italia ei più efferati omicidi rimasti insoluti, con questo nuovo programma ha virato sulle grandi storie di uomini semplici e umili che con il loro coraggio hanno cambiato la loro vita e quella degli altri.
Lo stile e il tono di Lucarelli sono rimasti uguali:intesi ed coinvolgenti.
Nella prima puntata della “Tredicesima ora” è stato affrontato il tema scottante, triste e indegno del”caporalato” in agricoltura in Puglia
Lucarelli porta alla ribalta la piaga del nuovo schiavismo attraverso la storia di un giovane camerunense di 26 anni, Yvan Sagnet che giunto in Italia con il sogno di studiare si è ritrovato a lavorare, privo di ogni diritto sotto pagato, nei campi sotto le minacce dei caporali.
Mentre vedevo il programma e ascoltavo la storia del ragazzo,da proprietario terriero che da sempre paga regolarmente i suoi collaboratori, ho provato vergogna per i miei colleghi.
Sagnet stanco di queste ingiustizie, troverà la forza e il coraggio di ribellarsi e di denunciare i caporali alla giustizia. Realizzerà il suo sogno di laurearsi e diventerà un sindacalista.
Lucarelli ricostruisce ogni passaggio come se stesse raccontando un delitto, creando pathos e inchiodando lo spettatore allo schermo.
“La Tredicesima ora” è come un pugno allo stomaco, ma che incassi volentieri per il talento nel raccontare di Lucarelli.
La regia mescola in maniera sapiente parole e immagini creando un prodotto di qualità.
Rai Tre e il direttore Vianello, ancora una volta, si dimostrano all’avanguardia regalando al loro pubblico un programma d’inchiesta come se fosse un “thriller”.
“La Tredicesima ora” ogni venerdì alle 23 su Rai Tre.
Vittorio De Agrò presenta “Essere Melvin”
http://www.lulu.com/spotlight/melvin2

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...