25. Ti ho sposato per allegria

ti-ho-sposato-per-allegria-
“Ti ho sposato per allegria” è una commedia in tre atti del 1964 di Natalia Ginzburg.
Nel corso degli anni ci sono stati vari adattamenti  della commedia oltre che nel 1967 un film   di Luciano Salce con Monica Vitti nel ruolo di protagonista e con Giorgio Albertazzi,
Questa volta è il turno di Piero Maccarinelli mettere in scena l’opera in due atti con Chiara Francini ed Emanuele Salce.
Ti ho sposato per allegria è una commedia che ti fa riflettere con il sorriso sugli usi e costumi di un’epoca ormai passata.
La sceneggiatura anche se scritta in maniera semplice e chiara, evoca temi delicati e complessi come l’aborto, matrimonio e divorzio
La Francini è Giuliana una giovane ragazza di provincia dell’Emilia, che scappata di casa a 17 anni , spera di trovare fortuna e l’amore in città.
E’ una ragazza ingenua e vitale, sfortunata in amore e senza prospettive lavorative.
Ad una festa incontra Pietro(Emanuele Salce), un “tranquillo” avvocato, e dopo  appena una settimana decidono di sposarsi.
La storia si sviluppa attraverso le emozioni  e pensieri della neo coppia sul matrimonio e sul loro “nuovo status”
Conoscevo la Francini per ruoli comici interpretati in fictions e films
Ruoli spesso“sopra le righe”, a volte esuberanti ed in altri casi “bonariamente” provocanti.
Ieri mi ha “stupito” positivamente per il garbo ed eleganza con cui ha interpretato Guliana.
Il primo atto si basa in larga parte sul suo”quasi” monologo” di vita, interrotto con ironia ed efficacia dalla cameriera Vittoria (Anita Bartolucci).
La Francini riesce a tenere alta la tensione e l’attenzione dello spettatore  raccontando anche momenti  amari e melanconici con la giusta ironia.
Il secondo atto è più divertente e scoppiettante, grazie all’ingresso della “suocera”, magistralmente interpretata da Giulia Weber.
Gli scambi tra suocera e nuora sono ficcanti ed esilaranti
E’ una commedia molto femminile. Ci vengono descritte varie tipologie di donne.
L’uomo ha un ruolo secondario, quasi sornione. Salce con la sua interpretazione ne coglie l’essenza.
La Francini e il resto del cast superano la prova a pieni voti.
Lo spettatore alla fine dello spettacolo si pone due domande:Chi sia veramente Lamberto Genova e se soprattutto  nel 2014, nonostante l’egoismo dilagante , il matrimonio per allegria sia ancora possibile.
Ti ho sposato per allegria risponde al secondo quesito, ed anche solo per questo merita d’essere visto.
Alla Sala Umberto fino al 2 febbraio.
Annunci

Un pensiero su “25. Ti ho sposato per allegria

  1. Pingback: 96. Finale di stagione | ilritornodimelvin

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.