45. Villa Borghese – Parte I

images (1)
Ci sono luoghi che ti rimangono dentro.
Ci sono momenti che ritieni indimenticabili.
Ho sempre pensato d’avere una memoria d’elefante.
Eppure è stata la mia memoria a portami qui.
E’ la cara mia memoria che mi sta facendo a pezzi.
I file non mi danno tregua ma se voglio liberarmene non c’è altra scelta.
Raccontarli tutti e trovare, se possibile, una spiegazione.
-Ciao Mel come và? Ti senti meglio? L’ultima volta eri molto pallido. Sei preoccupato
 per i prossimi ricordi?
-Dottore stiamo entrando in una fase particolare della mia storia. Ancora una volta mi creda,
anche se le sembrerà incredibile. Sto dicendo la verità
-Mel, non so più come ripeterlo. Io ti credo. Ora comincia. Eravamo arrivati a Villa Borghese.
Cosa successe quella mattina?
Sospiro e guardo fuori dalla finestra, il sole illumina la stanza e lo Splendente.
Ok Dottore
Mi alzo alle otto , ho dormito male, mi sento già stanco. Ma mi vesto e mi trascino a Villa Borghese.
Non voglio perdere neanche un minuto di questa giornata.
Arrivo davanti alla roulotte dell’Aspirante e aspetto che esca fuori.
Dopo mezz’ora d’anticamera, la vedo uscire in compagnia dell’altra giovane attrice la Piccola Principessa.
Mi avvicino e saluto entrambe. L’Aspirante borbotta”Manco buon giorno , sono diventata trasparente!”
Io faccio finita di non sentire e rilancio:”Signorina, se poi durante la giornata mi concede un momento, le vorrei far vedere l’intervista”.
Lei, acida”Ora non posso, devo lavorare”
 Cerco d’allentare la tensione:”Si certo Signorina, ha ragione, io rimango in giro”.
Cominciano a girare una scena e io mi metto a scattare le solite foto.
Durante le riprese mi si avvicinò una ragazza mai vista prima che si presentò: ”Ciao, Tu sei Melvin vero?” io la guardai e le dissi: ”Veramente il mio nome è un altro , comunque sono io. Lei chi è invece?”
 ”Scusami sono Carla , il mio nick name è supercarletta.Ci siamo scambiati alcuni messaggi sul forum dell’Aspirante qualche tempo fa su come dovevo registrarmi. Eri stato molto gentile.
Scrivo anche su Casa Qualcosa è cambiato. Seguo la Piccola Principessa e Sua Superiorità.
Era da tanto che volevo conoscerti. La tua fama ti precede”.
”Lieta di conoscerla Signorina Carla, finalmente dò un volto al nome.
Non esageri per favore, sono un semplice utente. Ci faremo compagnia oggi”
 ”Ok, ci vediamo in giro”
Finalmente scatta la pausa pizza bianca e mi avvicino nuovamente all’Aspirante, seduta sul prato alla ricerca di un sole di fine autunno.
Mi sembra più tranquilla e mi avvicino : ”Mi dispiace per prima, non volevo essere invadente.
 Ma sa a quest’intervista ci teniamo molto, mi può concedere ora un po’ del Suo tempo?”.
Lei mi guarda con i suoi occhi marroni magnetici : ”Sai Melvin, qualcuno sostiene che dopo che avrai finito con quest’intervista, non ti vedremo più. E’ veramente cosi?”
 ” Ma no Signorina, diciamo che a breve finiranno le riprese e di conseguenza non darò più alcun assillo a nessuno di  voi”
Lei continua a guardarmi ”Ma non ti mancherà nessuno in particolare?”
” Mi mancherete tutti Signorina, mi avete sopportato per tanti mesi… ”.
 ”Va bè  fammi vedere questa intervista benedetta”.
Mi siedo accanto a lei sul prato e la faccio partire. Abbiamo il tempo  di vedere solo l’introduzione , perchè richiamata a girare una scena.
Mi metto in un angolo e la osservo :Il sole le illumina il viso e ne esalta la bianca carnagione.
 Ne sono incantato. Le scatto una foto e il mio cuore comincia a battere forte.
I capelli castani sciolti le incorniciano il viso e ne esaltano i lineamenti delicati
Si concludono le scene in esterna e dopo la nuova pausa si rinchiuderanno dentro la Galleria Borghese.
Le torno vicino, ora è completamente distesa sul prato e sta chiacchierando con la Piccola Principessa del più e del meno.
 Cerco d’intromettermi nella discussione. Faccio qualche complimento alla Piccola Principessa sul suo abbigliamento di scena .
Poi mi rivolgo all’Aspirante ”Mi ero dimenticato di congratularmi per il suo vestito di mercoledì sera, era davvero splendido!. Potrebbe dedicarmi una mezzoretta per completare la visione dell’intervista?”
Poi rivolgendomi nuovamente alla Principessa ”So che vuole diventare una stilista?”
 L’Aspirante guarda me e la Principessa e sbotta ad alza voce: ”Ora parlate di moda ?
Non ho mezz’ora da dedicarti. Come vedi, sto lavorando. Stiamo tutti lavorando Melvin.
Qui l’unico che non fa nulla sei tu.”
Si alza di scatto e prosegue” Ma vedi questo, non mi faccio prendere ancora in giro.
Vai a farti un giro Melvin. Qui non abbiamo tempo da perdere”dopodiché si dirige verso la Galleria Io rimango attonito e silente. Ho solo la forza di rivolgermi alla Principessa per chiederle: ”Ma cosa le è preso? Cosa ho detto di sbagliato?”.
La Piccola Principessa si limita a scrollare le spalle .
Nelle successive due ore rimango seduto su panchina cercando di capire cosa fosse successo.
A una nuova pausa, provo ad avvicinarmi.
Ma l’Aspirante mi fulmina con lo sguardo ”Ancora qui sei? Ma perché non ti fai una passeggiata, c’è una bella giornata, sfruttala!”
Ancora una volta rimango in silenzio , mordendomi la lingua per il bene del forum.
Dopo un po’ mi avvicino ad alcuni tecnici testimoni della scenata ormai diventati amici come Cesare l’autista-Confessore e il Gigante Buono.
 Entrambi all’unisono mi dicono: ”Non so come hai fatto a stare zitto. Se Quella faceva un show del genere a me, la riempivo di schiaffi”
Io sorrido ad entrambi ”Va be sarà una giornata storta, può capitare”.
Dopo la pausa pranzo arrivano la piccola Sharon con alcune amiche desiderose d’avere un autografo dall’Aspirante.
Mi chiedono d’intercedere per loro. Cosi mi avvicino a Godot.
 Ancora una volta mi fulmina con lo sguardo, ma firma gli autografi.
La ringrazio per le ragazze e mi risponde gelida”Prego”.
Torno a sedermi sul mia panchina, con un mal di testa sempre più forte e con senso di stanchezza sempre più intenso.
Parlo al telefono con l’Oscuro per spiegargli la situazione.
 Come sempre prende le difese di Godot ”Certo tu le rompi le scatole. Vattene a casa”
Sta cominciando a scendere il freddo e il buio su Villa Borghese.
Il cast ormai sta girando all’interno della Galleria.
Stavolta i tecnici non possono farmi entrare e sono costretto a passeggiare lungo il viale.
Ad un certo punto esce dalla Galleria Carla e le vado incontro.
 ”Purtroppo devo andare via ho il treno che mi aspetta. Devo tornare a casa per preparare un esame di medicina. Mi dispiace per come ti ha trattato l’Aspirante.
Se ti può consolare, anche Sua Superiorità ogni tanto mi ha fatto delle scenate simili”.
”Si figuri, non c’è problema. L’Aspirante avrà una giornata storta”
 ”Ginevra è una ragazza strana. Ha tutto dalla vita, ma si sente una sfigata nel campo dell’amore. Ancora oggi mi raccontava delle sue esperienze amorose. Sai dei rumors su una sua possibile liason con Mr Braciola?
 Lei voleva una storia seria, e lui no. E ancora oggi ci sta sotto, ma nello stesso tempo ha avuto una relazione con uomo sposato!
Pensa che un giorno usciva con lui ed è stata vista da alcuni fan in un negozio.
Temeva di essere stata scoperta. Pensava che foste voi del forum”
Io la interrompo”Noi non parliamo della sua vita privata!”
 ”Comunque ora mi diceva che ha in testa un altro.Un ragazzo più grande ma non se la fila per nulla.
Tu ne sai qualcosa? “
”Mi dispiace. Ma piuttosto parliamo di cosa sta succedendo lì dentro”
 Mi racconta cosa stanno girando e poi mi chiede: ”Ti sarei grato se potessi inoltrare le foto di stamattina cosi le posso mettere sul mio forum” io le rispondo ovviamente di si.
Poi mi chiede della mia vita e io commetto l’errore di accennarle del mio”caro linfoma”,
 Ascolta e sbotta in maniera velenosa ”Ora capisco perché sai tutte queste cose sul set! .
Non mi sembri malato come dici, non potresti stare ore intere sul set.
Guarda se usi questa bugia meschina per lucrarci lo dico alla produzione”.
 ”Signorina se si permette di insinuare con terzi queste infamità, la querelo. Sa, sono anche un bravo avvocato. Vuole vedermi all’opera, cosi mi crede?”
Carla sbianca ” Ti chiedo scusa Mel. Non volevo offenderti. Sai quante persone false girano su questo set! Pronte ad inventarsi tutto pur di ottenere un po’ d’attenzione.
Sono sicura che non è il tuo caso. Nessuno sarebbe cosi stupido e pazzo da rovinare il privilegio che abbiamo di stare qui. Ti chiedo ancora scusa”
”Ok Signorina, accetto le sue scuse, caso chiuso. Le manderò le foto. Buon Rientro a casa”.
Rimasto solo, la testa continua a farmi male.
Ad un certo punto mi si avvicina l’Altruista e mi sorride.
Cominciamo a chiacchierare , poi all’improvviso sbotta” Io non ti capisco Melvin. Non puoi farti trattare cosi. Sei troppo buono. L’Aspirante non aveva nessun diritto di trattarti in quella maniera. Sei rimasto zitto. Un’ altro avrebbe reagito.”
Provo a difenderla come ho fatto in precedenza ma lei riprende: ”C’è solo un motivo per cui un uomo non reagisce alla maleducazione più estrema. Se si è innamorati .ma questo non è..”
l’Altruista non termina la frase e mi guarda negli occhi
“Oh Dio mio Melvin, ma tu sei veramente innamorato dell’Aspirante !Non lo credevo possibile. Ma è cosi evidente”
Io rimango silente e arrossisco poi provo a rispondere ma l’ Altruista mi blocca nuovamente”Melvin non ti inventare nulla. Ora ci penso io. Ci parlo io con questa ragazza. Se non ricambia le tue attenzioni è una stupida,. ma ti deve quanto meno delle scuse. Aspetta qui” e corre dentro la Galleria Borghese.
 Faccio fatica a comprendere cosa mi sta succedendo intorno.
Annunci

8 pensieri su “45. Villa Borghese – Parte I

  1. Che tristezza questi cialtroni che infangano il nobile mestiere dell’attore. Come si fa ad andargli dietro e sentirsi pure “onorati”. Posso capire l’amore e vabbè. Ma questa mandria di disperati che sbavano dietro a chiunque appaia in televisione sono la foto di questo paese ignorante e conformista. Eppure abbiamo dato al mondo i più grandi artisti in tutti i campi e invece di ammirare la bellezza si va a fare le poste a questi poracci. Tanta tristezza.

    • Gentile Lucrezia
      Posso comprendere che magari Lei non abbia grande passione per gli aspiranti divi del piccolo schermo.Ma posso assicurarle per la mia modesta esperienza che tranne rari casi sono persone valide umanamente che artisticamente.l’esigenza comune di pagare il mutuo e le bollette spesso li costringono ad interpretare ruoli modesti e privi di profondita’artistica.La tv da mangiare a molte persone ma considera purtroppo la qualita un optionale.
      I fan sono persone normali. Sono mossi da una passione. E ‘ chiaro ci sono gli eccessi ma non generalizzi per favore Lucrezia.
      in questo mondo manca semmai l’educazione e l’amor proprio.
      Gli aspiranti divi indossano una maschera.
      E’ vero eravamo un paese di poeti e navigatori e scrittori un tempo…ma dobbiamo accettare che siamo anche un paese di aspiranti divi..

  2. Caro mel conosco benissimo il mondo delle fiction e parlo a ragion veduta. C’è tanta umanità (e rabbia) in tanti artisti di vero talento che non sanno come sbarcare il lunario e se lei dice che siamo un paese di aspiranti è lei a generalizzare, siamo un paese di talenti sprecati e sacrificati agli aspiranti divi e veri cialtroni. E il pubblico – nella mia decennale esperienza- se gli proponi cose belle apprezza. Si vendono più biglietti di teatro che degli stadi ma nessuno lo sa. Caro mel al di là dell’amore si conceda un bel concerto, una bella mostra, un bello spettacolo e si sentirà meglio, è a questo che serve l’arte, non a creare falsi divi senza talento.

    • Gentile Lucrezia,
      Sono d’accordo con Lei quando sostiene che ci sono tanti giovani di talento che non vengono utilizzati e apprezzati quanto meritano.Personalmente ne conosco un paio che meriterebbero una chance.
      Siamo Un Paese di Aspiranti,cara Lucrezia,perchè c’e troppa fretta d’arrivare.Pretendiamo il risultato immediato
      Dalle Accademie escono tanti professionisti ma poi vengono scartati ai provini.
      La TV brucia tutto e tutti in breve tempo. Un Aspirante dura al massimo un paio di tagioni
      Il Cinema italiano fa lavorare i soliti noti.Trovo triste il conservatorismo dei produttori e autori italiani
      La TV offre anche programmi i qualità.Potrei citarLe tanti esempi di fiction di qualità
      Mi creda vado ogni tanto a teatro ,vedo qualche mostra.L’Arte aiuta a stare meglio,ma dobbiamo concedere agli aspiranti divi una possibilità di crescere e pagarsi il mutuo
      Lucrezia,l’amore è spesso il motore del mondo.
      Io sono qui per raccontare come le emozioni sono difficili da gestire.
      A presto

      • Caro Melvin no, non dobbiamo concedere agli aspiranti divi di pagarsi un mutuo, dobbiamo pretendere che la qualità prevalga sulla cialtroneria. L’unica fiction italiana di qualità che conosco è Montalbano dove non ci sono aspiranti divi ma veri attori, veri sceneggiatori ecc. Un’altra tv è possibile, pretendiamola invece di giustificare la cattiva qualità figlia di una logica clientelare (qui come in tutti i settori del paese ahimè). All’estero le fiction sono di successo e di qualità, perché da noi non è possibile?

  3. Gentile Lucrezia,
    Noi scontiamo un atavico ritardo anche nel mondo delle fiction rispetto al resto del mondo.
    I produttori pensano solo ai profitti. Gli sceneggiatori scrivono sempre le stesse cose.
    Nessuno vuole investire. Importiamo format e poi li adattiamo alla nostra società
    Eppure le idee non mancano. Le consiglio di vedere Romanzo Criminale ad esempio altro esempio di fiction i qualita. Sky ha mostrato in questi anni piu’ coraggio artistico.
    Le fiction sono delle palestre, sono necessarie.
    Gli Aspiranti possono crescere e sperare di diventare attori
    Un tempo era il teatro la vera palestra,ma non c’e voglia d’imparare.
    Io non giustifico la mediocrità anzi ma comprendo che con la crisi che c’e oggi anche gli attori devono comprarsi il pane e pagare il mutuo.
    Sono gli sceneggiatori semmai da fustigare!

    • Caro Melvin il mio primo post riguardava il pubblico di fan che sbavano addosso ai mediocri attori delle fiction perché forse non conoscono nulla di meglio. I “piove governo ladro” lasciano il tempo che trovano. Lei si farebbe operare da un aspirante chirurgo? Comprerebbe il pane da un aspirante fornaio? O le arance da un aspirante contadino? Però dato che lei ha dei sentimenti per una persona che è una mediocre attrice va bene che vivacchino aspiranti attori, sulla pelle degli attori veri ed è una bella cosa che queste persone abbiano anche dei fan. Mi permetta di sospettare che se lei non provasse dei sentimenti di tutto questo non le importerebbe nulla. Quindi troverei più onesto che si limitasse a difendere i suoi sentimenti piuttosto che la mediocrità professionale degli aspiranti. Io spero che si estinguano e trovino un lavoro per cui hanno davvero predisposizione. E tanti auguri (come a chiunque) per la vita privata.

  4. Gentile Lucrezia
    I miei sentimenti non hanno mai influenzato il mio giudizio artistico.Ho sempre distinto le cose.
    I fan mi creda non sono solo orde barbare ed ignoranti
    Io ho frequentato alcuni forum ci sono anche persone con altre passioni ed interessi.
    Siamo un paese poco incline al cambiamento.cara Lucrezia.
    Ben vengano nuove leve di chirurghi panettieri e attori.
    L’Aspirante Diva della mia storia mi creda con mia sorpresa e’anche migliorata artisticamente.
    Io la invito a guardare il bicchiere mezzo pieno..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.