19. Una nuova idea – Parte I

Sentirsi in trappola e non sapere dove andare.

Non so dove sbattere la testa

Tutto mi sembra fermo, immobile.

Solo i miei pensieri viaggiano veloci ed incessanti.

Sono inquieto, rabbioso, avvilito.

Parlo da settimane ma la nausea non diminuisce.

Ho distrutto un Sogno.

Quanti treni ho perso per stupidità.

Quante volte ho esitato.

Adesso non mi resta che essere puntuale con lo Splendente.

Si apre la porta. Esce una donna sorridente e rilassata.

– Ciao Mel, come va?

– Sa, Dottore, invidio chi esce da qui con il sorriso sulle labbra. Io ogni volta ho un magone e un mal di testa micidiale.

– Perché non la smetti di darti addosso, Mel? Sei giudice e accusato alla stesso tempo.

– Lo so, Dottore, ma non ci riesco. La mia mente è affollata da tanti fantasmi.

– Riprendiamo il discorso della malattia. Mi interessa molto. Come ti sei comportato nelle settimane successive?

– Mi ero cacciato in una situazione particolare, ma sapevo che se avessi ritrattato tutto, mi avrebbero cacciato dal forum con ignominia, dandomi del coglione pazzo. Non volevo e non potevo “perdere” anche il forum. Cosi mi diedi ancora di più da fare per cercare di far “dimenticare” il linfoma. Compravo i giornali dove c’era l’Aspirante protagonista, scrivevo più minchiate possibili per far ridere il mio “pubblico”. Addirittura un paio di volte chiesi a mio fratello Piero la cortesia di andare sul set e di fare alcune foto, visto che non c’erano iscritti disponibili su Roma. Ero bloccato in Sicilia per lavoro. Poi a Giugno mi venne in mente l’idea dell’intervista. Il forum già godeva di una discreta reputazione e fama. Sul web eravamo conosciuti e anche invidiati da altri siti per via del rapporto privilegiato con l’Aspirante. Avendo letto tutti i post del forum, avevo notato che c’era del materiale enorme da sviluppare. Ricordo che una sera qualunque parlando sul messenger con l’Oscuro gli chiesi a bruciapelo: “Ascolta, ma se facessimo un’intervista all’Aspirante in esclusiva?”. L’Oscuro come sempre non tradiva emozione e rispose: “Cosa intendi? Guarda che non possiamo romperle troppo l’anima. Spiegami meglio”. Io allora gli esposi il mio progetto di elaborare delle domande “originali”, figlie dei post degli utenti e delle interviste rilasciate in precedenza. Avremmo spaziato dall’attualità alla politica e ovviamente un po’ di lavoro e vita privata. Sembrava scettico ma alla fine, probabilmente per non dire di no, mi disse: “Facciamo così, tu scrivi le domande e quando torni a Roma vediamo cosa possiamo fare”.

– Se ho capito bene, tiri fuori l’intervista perché pentito della “rivelazione linfoma” e ti accendi di nuovo non per l’Aspirante ma all’idea di una sfida quasi impossibile?

– In effetti, Dottore, il progetto intervista mi caricò di nuovo entusiasmo. Mi preparai come uno studente per un esame. Lessi e rilessi tutto quello che c’era da sapere sulla vita dell’Aspirante. Avevo preparato il mio schema di domande suddivise in cinque categorie: Io, Lavoro, Attualità, Grillo Parlante e Privacy. Ero convinto che se avessimo realizzato quest’intervista il forum avrebbe fatto il botto. Il linfoma immaginario rimaneva sullo sfondo. Ogni tanto sul messenger ne parlavo con l’Oscuro, con il Presidente (anche a lui avevo fatto la rivelazione) o con il Lumacone. Rimanevo sempre sul vago. Dopo il bastone, il linfoma era un altro scudo. Almeno così lo vedevo. Lavoravo in Sicilia, ma con la mente ero già a Roma.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.